Giulio Mastromauro
Giulio Mastromauro

Cinema, a Bari inizia il Bif&st. Presente Giulio Mastromauro

Il regista di Molfetta domani presenterà il suo film "Bangarang"

Ben 100 appuntamenti tra allestimenti, mostre, proiezioni, eventi, aperitivi e laboratori a tema che vedranno protagonisti cinquanta attività commerciali e 20 operatori culturali.

Anche quest'anno nelle giornate del Bif&st, da oggi a sabato prossimo, torna il Fuori Bif&st 2024. L'iniziativa, promossa e coordinata dal Comune di Bari attraverso una call rivolta agli esercizi commerciali e alle realtà culturali, è stata pensata anche quest'anno per animare i luoghi della città prima e dopo le proiezioni cinematografiche, con grandi e piccoli eventi dedicati alla settima arte, che andranno a svolgersi anche nei quartieri lontani dal centro e non coinvolti in maniera diretta dal festival.

Ci sarà anche Giulio Mastromauro, regista di Molfetta il cui film "Bangarang" è stato scelto tra gli Eventi Speciali del Bif&st Bari International Film&TV Festival 2024.

"Avrò il piacere di incontrare il pubblico e introdurre il film domenica 17 marzo alle ore 12 nel meraviglioso Teatro Piccinni a Bari. Sarà la prima proiezione in Puglia quindi avrò anche l'occasione di poter abbracciare un po' di amici. L'ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti. Vi aspetto in tanti. Ringrazio di cuore il festival per l'invito, in particolare il direttore Felice Laudadio per le splendide parole al film: "Bangarang è un documentario struggente. È davvero raro che un film così possa diventare - quasi muto - un atto d'accusa tanto pesante, ma profondamente documentato com'è da immagini "innocenti", contro il crimine di pace che si è consumato e si sta consumando in quella città: sarebbe piaciuto molto a Cesare Zavattini" ha commentato il molfettese.
  • cinema
Altri contenuti a tema
Festival di Cannes 2024, c'è anche la colorist molfettese Natalia Raguseo Festival di Cannes 2024, c'è anche la colorist molfettese Natalia Raguseo Ha contribuito al film "I Dannati" di Roberto Minervini, proiettato durante l'evento
Duemila30 Film Festival, selezionato "Quello che resta di niente" di Mattia de Gennaro Duemila30 Film Festival, selezionato "Quello che resta di niente" di Mattia de Gennaro Il regista molfettese si fa portavoce di una generazione lontana da certezze e fiducia verso il futuro
Festival di Cinema Amatoriale, a Mattia de Gennaro il premio "miglior cortomertraggio" Festival di Cinema Amatoriale, a Mattia de Gennaro il premio "miglior cortomertraggio" Il film "Quello che resta di niente" racconta una storia semplice da un punto di vista originale
Corrado Azzollini nominato Presidente dello storico Cinema di Roma "Azzurro Scipioni" Corrado Azzollini nominato Presidente dello storico Cinema di Roma "Azzurro Scipioni" Importante ruolo nel settore cinematografico per il produttore di Molfetta
Festival di Cinema Amatoriale, in gara "Quello che resta di niente" di Mattia de Gennaro Festival di Cinema Amatoriale, in gara "Quello che resta di niente" di Mattia de Gennaro Il corto è uno dei 19 selezionati su 70 iscritti
Il molfettese Giuseppe Farinola nella giuria popolare del "Bifest 2024" Il molfettese Giuseppe Farinola nella giuria popolare del "Bifest 2024" «Questa esperienza mi ha trasmesso l'incredibile forza del cinema»
A Molfetta il cast del film "Gli agnelli possono pascolare in pace" A Molfetta il cast del film "Gli agnelli possono pascolare in pace" Doppio appuntamento giovedì 21 marzo
Connessioni e fratture tra generazioni a Molfetta: la voce dei premiati di "REC" Connessioni e fratture tra generazioni a Molfetta: la voce dei premiati di "REC" I giovani talenti raccontano le opere con cui hanno espresso il proprio punto di vista sulla città
© 2001-2024 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.