Animali morti in sacchi di plastica: l'intervento dell'associazione Gepa
Animali morti in sacchi di plastica: l'intervento dell'associazione Gepa
Cronaca

Animali morti in sacchi di plastica: interviene la Polizia Locale

I resti dilaniati trovati in località San Lorenzo dalle guardie ecozoofile dell'associazione Gepa

I loro resti sono stati depositati in alcuni grandi sacchi neri e gettati su una strada rurale in località San Lorenzo, nell'agro di Molfetta. Ma proprio quelle carcasse sono state rinvenute dai volontari della Gepa, nel corso di un specifico servizio di pattugliamento urbano.

Il personale dell'associazione Guardie Ecozoofile Protezione Ambiente, infatti, è intervenuto in loco per constatare l'illecito abbandono per strada di alcuni rifiuti che avevano prodotto un odore nauseabondo. Ed in effetti, sul ciglio dell'arteria, i volontari, oltre a televisori fuori uso, mobili, materiale plastico e l'immancabile eternit, hanno rinvenuto anche alcuni sacchi neri contenenti resti di animali, non ancora identificati.

Al momento, da una prima ricognizione effettuata sul posto, non è stato possibile stabilire le cause della morte degli animali, ma il fatto che le carcasse fossero chiuse all'interno di sacchi neri fa comunque pensare che gli animali vi siano stati gettati da qualcuno. Sul posto, inoltre, sono giunti gli agenti di Polizia Locale, a cui sono demandate le indagini e le analisi sui resti degli animali per far luce sulle cause della morte.

Chissà da quanto tempo, in realtà, quella località di campagna è usata da qualcuno per abbandonare prodotti che, evidentemente, dovrebbero essere trattati in ben altra maniera. Ma ogni tipo di smaltimento ha un costo e così non tutti decidono di seguire le normative.
4 fotoAnimali morti in sacchi di plastica: interviene la Polizia Locale
Animali morti in sacchi di plastica: interviene la Polizia LocaleAnimali morti in sacchi di plastica: interviene la Polizia LocaleAnimali morti in sacchi di plastica: interviene la Polizia LocaleAnimali morti in sacchi di plastica: interviene la Polizia Locale
  • Macellazione clandestina Molfetta
  • Associazione Gepa
Altri contenuti a tema
Amianto alle spalle dell'ex cementeria di via Bisceglie Amianto alle spalle dell'ex cementeria di via Bisceglie L'accumulo è stato scoperto dalle Guardie Ecozoofile Protezione Ambientale e dalla Polizia Locale
A Molfetta si smaltiscono interi campi sportivi A Molfetta si smaltiscono interi campi sportivi Imbarazzante scoperta, lungo la strada provinciale 22, delle Guardie Ecozoofile
Campagne al veleno a Molfetta. Risuona l'allarme eternit Campagne al veleno a Molfetta. Risuona l'allarme eternit Individuato dalle Guardie Ecozoofile, lungo la strada provinciale 22, un cimitero di rifiuti pericolosi
1 Ossa di animali in un campo: forse macellazione abusiva Ossa di animali in un campo: forse macellazione abusiva Indagine della Polizia Locale dopo un intervento con le guardie ecozoofile. Si segue la pista della macellazione clandestina
6 L'orrore di Molfetta: rifiuti speciali sulla vecchia strada per Corato L'orrore di Molfetta: rifiuti speciali sulla vecchia strada per Corato Non si fermano i controlli della Gepa. Rinvenuti anche i resti di un animale e lastre di eternit
6 Gepa: «Non sottoscriveremo il protocollo d'intesa con il Comune di Molfetta» Gepa: «Non sottoscriveremo il protocollo d'intesa con il Comune di Molfetta» I volontari avrebbero dovuto supportare la Polizia Municipale nelle attività di controllo sul territorio
Ritrovato nell'agro di Bisceglie un puledro abbandonato Ritrovato nell'agro di Bisceglie un puledro abbandonato Scoperto dalle Guardie Ambientali di Molfetta: era chiuso in un sacco, aveva le orecchie mozzate
Macellazione clandestina: l'allarme già lanciato dal WWF Macellazione clandestina: l'allarme già lanciato dal WWF Salvemini è preoccupato: ​«Le festività pasquali aumenteranno la domanda di carni»
© 2001-2018 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.