Guarida costiera
Guarida costiera
Cronaca

400 chili di ostriche sequestrate a Molfetta. Avariate, ma pronte alla vendita

Il carico è stato intercettato e distrutto dagli uomini della Capitaneria di Porto: non era commestibile

Al mercato del pesce un furgone carico di ostriche non tracciate. Nella scorsa notte, nel corso di una ordinaria attività di monitoraggio della filiera della pesca, la Guardia Costiera ha intercettato un furgone vicino al mercato ittico di piazza Minuto Pesce. Alcuni uomini stavano scaricando i sacchi pronti per essere venduti.

I militari, dopo aver raggiunto il mezzo, un Fiat Ducato non idoneo al trasporto del prodotto ittico, in quanto privo di qualsiasi sistema di refrigerazione, lo hanno sottoposto ai controlli di rito, al termine dei quali sono stati rinvenuti 400 chilogrammi di ostriche prive di alcuna documentazione utile a risalire alla provenienza dei vari molluschi, i quali, una volta venduti ai consumatori, ignari del rischio per la salute derivante dal consumo, avrebbero fruttato un guadagno di 4.000 euro.

Al conducente del mezzo, non idoneo al trasporto del prodotto ittico, è stata quindi comminata una sanzione amministrativa pari a 1.500 euro, mentre il prodotto è stato sequestrato per essere sottoposto a visita dal personale dell'Azienda Sanitaria Locale di Bari che ha poi dichiarato «non destinabile al consumo umano» l'intero quantitativo di ostriche. Il prodotto ittico sequestrato, pertanto, è stato avviato alla distruzione mediante l'apposito conferimento ad una ditta autorizzata.

«L'attività di vigilanza e controllo sulla filiera ittica svolta dalla Guardia Costiera di Molfetta - è scritto in un comunicato stampa redatto dopo l'operazione - è tesa a contrastare la pesca illegale in tutte le sue forme, dalla detenzione al trasporto e alla commercializzazione, con grande riguardo alla salute del consumatore».
  • Capitaneria di Porto Molfetta
Altri contenuti a tema
Presunti ordigni bellici nel Porto di Molfetta, l'ordinanza della Capitaneria Presunti ordigni bellici nel Porto di Molfetta, l'ordinanza della Capitaneria Il provvedimento ha decorrenza immediata e resta in vigore fino al termine delle operazioni di messa in sicurezza
Consegnate le medaglie d'onore di lunga navigazione a quattro marittimi di Molfetta Consegnate le medaglie d'onore di lunga navigazione a quattro marittimi di Molfetta La cerimonia si è tenuta ieri presso la Capitaneria di Porto
Rinvenuto presunto ordigno bellico nel porto di Molfetta Rinvenuto presunto ordigno bellico nel porto di Molfetta C'è l'ordinanza della Capitaneria di Porto
Bonifica bellica dei fondali a Molfetta: c'è l'ordinanza della Capitaneria Bonifica bellica dei fondali a Molfetta: c'è l'ordinanza della Capitaneria Attività sul porto e nel tratto del lungomare fino al 13 marzo 2023
Bonifica fondali dagli ordini bellici, medaglia d'argento al merito civile alla Capitaneria di Molfetta Bonifica fondali dagli ordini bellici, medaglia d'argento al merito civile alla Capitaneria di Molfetta Prestigioso riconoscimento arrivato dalla Presidenza della Repubblica
Operazione "Mare sicuro 2022": il report della Capitaneria di Porto Operazione "Mare sicuro 2022": il report della Capitaneria di Porto Salvate 12 persone, soccorse 4 unità da diporto e effettuati oltre 1.000 controlli lungo il litorale di giurisdizione
Cambio di comando alla Capitaneria di Molfetta: arriva il capitano Petruzzi Cambio di comando alla Capitaneria di Molfetta: arriva il capitano Petruzzi Il capitano Piacentino lascia il comando: andrà ad Ancona. Domani la solenne cerimonia del passaggio di consegne
Un teschio umano in mare. È mistero nelle acque di Molfetta Un teschio umano in mare. È mistero nelle acque di Molfetta Pesca macabra: è stato recuperato nelle reti a strascico di un peschereccio. Per identificarlo servirà l'esame del Dna
© 2001-2023 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.