Escrementi
Escrementi

Escrementi di cane per le strade di Molfetta: «Scempio non tollerabile»

La segnalazione di un lettore su un problema tristemente noto

Elezioni Regionali 2020
Tradizionalmente si dice che porti fortuna. In realtà, chiunque preferirebbe un altro modo per augurarsi un buon auspicio. Schiacciare le feci di un cane per strada non fa mai piacere e, anzi, spesso occorre guardare costantemente a terra per evitarle. Anche a Molfetta questa problematica non è ancora stata propriamente risolta, anche se è innegabile che la cultura della pulizia in merito al possesso dei cani sia in rapida diffusione.

Ancora troppo spesso ci sono vie della città sporche da questa noncuranza dei padroni mista a maleducazione, visto che gli spazi pubblici appartengono a tutti e come tali andrebbero preservati, come se fossero la propria casa. L'ultima segnalazione di un nostro lettore manifesta tutto lo sdegno per l'ennsimo caso, uno tra tanti, di strade particolarmente appiedate da questo atto di inciviltà: «Da queste foto si evince la me**a che ricopre da giorni via Giacomo Salepico, uno scempio che nel 2020 non è più tollerabile. La gente non può più camminare ormai: vi chiedo la cortesia di sensibilizzare e denunciare il tutto perché questa è una piaga che da sempre colpisce tutta la città».

Il concetto, in realtà, è molto semplice: chi decide di tenere un cane si prende le responsabilità delle azioni compiute dall'animale e, in veste di padrone dello stesso, dovrebbe prestare massima attenzione in merito. Il Codice penale punisce chi lascia gli escrementi del cane non raccolti in un luogo pubblico (per strada, sul marciapiede, nell'androne di un palazzo, ecc.). In particolare, commette reato chiunque deturpa o imbratta cose mobili altrui con una multa fino a 103 euro. Le sanzioni aumentano sensibilmente se il fatto viene commesso su beni immobili o su mezzi di trasporto pubblici o privati.
3 fotoEscrementi di cane per le strade
Escrementi di cane in stradaEscrementi di cane in stradaEscrementi di cane in strada
© 2001-2020 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.