Vincenzo Vittorio Zagami
Vincenzo Vittorio Zagami
Cronaca

Zagami torna in libertà. Ma non potrà tornare a Molfetta

Accolta la richiesta degli avvocati Ingroia e Petruzzella. È accusato di calunnia e minaccia a pubblico ufficiale

È tornato in libertà l'avvocato molfettese Vincenzo Vittorio Zagami, ai domiciliari con le accuse di calunnia e minaccia a pubblico ufficiale. Il giudice monocratico Sara Pedone, a quasi 6 mesi dall'arresto, ha disposto la sua remissione in libertà, ma gli ha intimato il divieto di accesso a Molfetta, se non previo avviso.

Accolta, dunque, la richiesta di revoca della misura dei domiciliari presentata dai suoi avvocati Antonio Ingroia, ex pm antimafia di Palermo, e Felice Petruzzella: il 56enne, residente in Francia, ma domiciliato ad Alessandria, un difensore sui generis che ha imperversato nelle cronache nazionali, dall'affare Telekom Serbia all'inchiesta che aveva coinvolto il padre di Matteo Renzi, è tornato libero con il divieto di accesso nel territorio di Molfetta, se non previo avviso del Tribunale.

Al centro dell'inchiesta del pubblico ministero Giovanni Lucio Vaira numerosi episodi di calunnia e di minaccia a pubblico ufficiale commessi, fra il 2015 e il 2020, da Zagami. L'uomo, nel corso della prima udienza, in un suo monologo «ha argomentato su tutte le imputazioni che gli sono state contestate», hanno detto i suoi legali. «Il processo sta procedendo con speditezza e l'esame dei testimoni d'accusa da parte della difesa ha sicuramente inciso nelle valutazioni del giudice».

Nell'ultima udienza è stato ascoltato il sottotenente Francesco Antonino, già numero due della locale Stazione, mentre il processo è stato rinviato al 9 luglio. «È ancora presto per rilasciare delle dichiarazioni, eravamo e siamo fiduciosi. Continuiamo il dibattimento ed attendiamo la sentenza», hanno detto gli avvocati.
  • Vincenzo Vittorio Zagami
Altri contenuti a tema
La Cassazione annulla la misura cautelare per Zagami La Cassazione annulla la misura cautelare per Zagami Accolto il ricorso del suo legale, l'avvocato Petruzzella. Annullati gli arresti domiciliari
Udienza fiume al processo sul caso Zagami: sfilata di testimoni Udienza fiume al processo sul caso Zagami: sfilata di testimoni Ieri a Trani le deposizioni di Mercone, Zifarelli, Giuliano e Malerba. Prossima udienza il 2 luglio
Zagami, sorpresa in aula: in sua difesa anche l'ex pm Ingroia Zagami, sorpresa in aula: in sua difesa anche l'ex pm Ingroia Lunga dichiarazione spontanea del 55enne. Costituite 4 parti civili, anche il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati
Giudizio immediato per Zagami: il Gip accoglie la richiesta della Procura Giudizio immediato per Zagami: il Gip accoglie la richiesta della Procura Con questa decisione si salta l'udienza preliminare: il 55enne, ai domiciliari, non opterà per riti alternativi
Zagami ottiene la prima revoca dei domiciliari, ma resta detenuto Zagami ottiene la prima revoca dei domiciliari, ma resta detenuto L'ordinanza è del gip Tirone di Alessandria, ma sul capo del 55enne resta il provvedimento di Trani
L'avvocato Zagami lascia il carcere: va agli arresti domiciliari L'avvocato Zagami lascia il carcere: va agli arresti domiciliari La decisione del gip Volpe dopo 21 giorni di detenzione e l'istanza presentata dall'avvocato Petruzzella
Il Gip di Trani rigetta l'istanza: l'avvocato Zagami resta in carcere Il Gip di Trani rigetta l'istanza: l'avvocato Zagami resta in carcere Il giudice Volpe ha rigettato la richiesta di attenuazione della misura presentata dalla difesa del 55enne
Oltre 5 ore di interrogatorio per Zagami. Il legale: «Ha risposto a tutte le domande» Oltre 5 ore di interrogatorio per Zagami. Il legale: «Ha risposto a tutte le domande» Il 55enne ha ottenuto l'attenuazione della misura del gip di Alessandria. Si attende la decisione del gip di Trani
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.