Il giudice Giuseppe De Benedictis
Il giudice Giuseppe De Benedictis
Cronaca

Arresto De Benedictis: chiesto il rinvio a giudizio per l'ex Gip

Tra i reati contestati, a vario titolo, il concorso in corruzione. Con lui davanti al Gup anche l'avvocato Chiariello

La Direzione Distrettuale Antimafia di Lecce ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bari, Giuseppe De Benedictis, per l'avvocato Giancarlo Chiariello e altre sette persone, accusate di tangenti in cambio di scarcerazioni. L'udienza preliminare inizierà il 5 ottobre a Lecce.

Gli imputati rischiano il processo per i reati, a vario titolo contestati, di concorso in corruzione in atti giudiziari, corruzione per atto contrario al dovere d'ufficio e rivelazione del segreto d'ufficio. Sono le stesse accuse che il 24 aprile scorso hanno portato in carcere De Benedictis e Chiariello. Per entrambi nell'ambito di questo procedimento sono stati poi disposti gli arresti domiciliari ma l'ex Gip è rimasto in carcere perché detenuto per una vicenda relativa alla detenzione di un grosso arsenale da guerra.

Il rinvio a giudizio chiesto dai pm Roberta Licci, Alessandro Prontera e dal procuratore Leonardo Leone De Castris, riguarda quattro presunti episodi di corruzione in atti giudiziari relativi ad altrettante scarcerazioni. Ne rispondono, in concorso tra loro, l'ex Gip De Benedictis, Chiariello, il figlio Alberto e l'avvocato Marianna Casadibari, con i pregiudicati scarcerati Danilo Pietro della Malva, attualmente collaboratore di giustizia, Roberto Dello Russo, Pio Michele Gianquitto e Antonio Ippedico.

Imputato anche un appuntato dei Carabinieri in servizio nella sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica di Bari, Nicola Vito Soriano. La Procura ha stralciato la posizione di altri due indagati, la compagna di Della Malva, Valeria Gala, e lo zio del pentito, Matteo Della Malva. L'udienza inizierà il 5 ottobre.
  • Giuseppe De Benedictis
Altri contenuti a tema
Traffico e detenzione di armi, 12 anni e 8 mesi a De Benedictis Traffico e detenzione di armi, 12 anni e 8 mesi a De Benedictis L'ex gip del Tribunale di Bari era anche stato condannato per quattro episodi di corruzione in atti giudiziari
L'ex Gip De Benedictis lascia il carcere: concessi i domiciliari L'ex Gip De Benedictis lascia il carcere: concessi i domiciliari L'ex magistrato di Molfetta era stato arrestato il 24 aprile. Nei suoi confronti pende anche un altro procedimento
«No alla scarcerazione di De Benedictis». Resta in carcere l'ex Gip «No alla scarcerazione di De Benedictis». Resta in carcere l'ex Gip Nei suoi confronti pende anche un altro procedimento, nell'ambito del quale era già finito in cella
Arresto ex Gip, il Riesame: De Benedictis resta in carcere Arresto ex Gip, il Riesame: De Benedictis resta in carcere Rigettata la richiesta di annullamento della custodia in carcere e sostituzione con i domiciliari
De Benedictis resta in carcere, rigettata l'istanza dell'ex Gip di Bari De Benedictis resta in carcere, rigettata l'istanza dell'ex Gip di Bari Ritenute attuali le esigenze cautelari: l'ex magistrato è un collezionista di armi e quindi potrebbe reiterare il reato
Arresto De Benedictis: chiusa l'inchiesta, 11 indagati Arresto De Benedictis: chiusa l'inchiesta, 11 indagati Nei loro confronti sono ipotizzati, a vario titolo, 4 episodi di corruzione
Trovate altre armi di De Benedictis. A Molfetta rinvenuti assegni e sterline Trovate altre armi di De Benedictis. A Molfetta rinvenuti assegni e sterline I poliziotti della Squadra Mobile di Bari li hanno scovati nelle prese elettriche della propria abitazione
Arsenale di De Benedictis: trovate in masseria altre armi da guerra Arsenale di De Benedictis: trovate in masseria altre armi da guerra Nell'abitazione dell'ex giudice, a Molfetta, sono state sequestrate sterline e assegni
© 2001-2022 MolfettaViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
MolfettaViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.