Anche a Molfetta un corso dell’Associazione Italiana Sommelier

Una passione con risvolti lavorativi


PAOLA COPERTINO
Domenica 7 Febbraio 2016 ore 9.31

"Coltiva la tua passione per l' enogastronomia, diventa sommelier!", questo il simpatico invito lanciato dai referenti AIS (Associazione Italiana Sommelier), durante un incontro informativo.

La sommelier Betty Mezzina, affiancata dal presidente regionale il sommelier Professionista Vito Sante Cecere hanno illustrato il corso di qualificazione professionale per Sommelier dell'AIS di I livello che presto partirà a Molfetta. Per la prima volta, visto anche il bacino di utenza fornito dai giovani che si diplomano nell'istituto molfettese, si è pensato di organizzare in corso in città. Il corso, come hanno spiegato i rappresentanti dell'associazione, si articola in 3 livelli e permette di entrare a contatto con l'affascinante mondo del vino. Dalla produzione alla gestione di una cantina, dalla conoscenza dell'enografia nazionale ed internazionale alla tecnica dell'abbinamento cibo - vino.

Il corso, insomma si prefigge di preparare figure professionali così tanto richieste nel mondo dell'enogastronomia, visto che il settore è in continua espansione e offre molte opportunità. Bisogna essere sempre più qualificati, visto anche che alcune sale ricevimento e ristoranti stanno creando degli eventi in cui il sommelier illustra i vini abbinandoli alle diverse portate e spiegando le varie caratteristiche di ciascuno.

La serata introduttiva ha riscosso l'interesse dei giovani che hanno rivolto interessanti domande ai relatori. Il programma di studio prevede tre diversi livelli: con il primo livello gli allievi entrano nell'affascinante mondo del vino ed apprendono la "tecnica della Degustazione" nonché le "Funzioni del Sommelier", dallo stile nel servizio all'organizzazione di una cantina, dall'uso corretto dei bicchieri al rispetto della bottiglia e del suo prezioso contenuto alla giusta temperatura di servizio. Con il secondo livello approfondiscono le realtà dell'Enografia Nazionale ed Internazionale, la geografia del Vino d'Italia e del mondo per una totale immersione nell'analisi sensoriale, il linguaggio comune per parlare di Vino.

Solo al compimento del terzo livello, che tratta la "Metodologia dell'abbinamento cibo-vino", acquisiscono la qualifica di Sommelier, apprendendo come si possa partire da teoria di una scheda grafica per passare alle prove nei banchi d'assaggio con le diverse tipologie dei vini assieme alle molteplici preparazioni di piatti. I supporti didattici all'avanguardia aiutano notevolmente gli allievi ad una partecipazione attenta, di grande interesse, estremamente efficace ed anche divertente. Il materiale didattico fornito è di grande pregio.

Per chi fosse interessato ad approfondire questa passione può contattare Betty Mezzina al 339 23 78 028 .
Facebook:
L'indirizzo email è necessario per attivare e pubblicare il messaggio.
Rispetta il regolamento e scrivi in minuscolo.
ARTICOLI PIU' LETTI DI RECENTE:
RUBRICHE AGGIORNATE:

Anche a Molfetta un corso dell’Associazione Italiana Sommelier
Feed Rss
ABBONATI GRATIS FEED RSS + NEWSLETTER + SMS

CONTENUTI CORRELATI

Altri contenuti recenti
MolfettaViva è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani